Buone Feste

image

Lo staff di Studio Risorse augura a tutti voi Buone Feste.

Per le Festività Natalizie, gli uffici rimarranno chiusi fino al 1° Gennaio 2018.

Garanzia Giovani Basilicata: dall’8 dicembre 2017 nuove richieste di finanziamento per tirocini extracurriculari

image

E’ stata pubblicata sul
BUR n. 49 del 07/12/2017 la Determinazione Dirigenziale n. 1991 del 24/11/2017
con la quale sono state approvate le “Procedure
di attivazione dei tirocini extracurriculari nell’Ambito del Programma Garanzia
Giovani Regione Basilicata
“.

REQUISITI
DEI TIROCINANTI

I
giovani, per poter realizzare un tirocinio nell’ambito del Programma Garanzia
Giovani, devono avere le seguenti caratteristiche:

  •       avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni
  •       essere residenti o domiciliati in Basilicata
  •       essere NEET (non essere iscritti a scuola né all’università, non lavorare
    e non essere iscritti a corsi di formazione)
  •       essere iscritti al Programma Garanzia Giovani

REQUISITI
DEI SOGGETTI OSPITANTI

Per
attivare i tirocini, le imprese, le fondazioni,
le associazioni e gli studi professionali,
devono:

–  
presentare la Manifestazione di interesse ad ospitare tirocinanti,
compilando la domanda on line sul portale della Regione Basilicata

–  
essere in regola con la normativa di cui
al D.lgs. 81/08 (Testo Unico in materia di salute e sicurezza sui luoghi di
lavoro) e successive modifiche

–  
essere in regola con la normativa di cui
alla L. 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili) e successive
modifiche

–  
non
avere procedure di CIG straordinaria o in deroga in corso per attività
equivalenti a quelle del tirocinio, nella medesima unità operativa, salvo il
caso in cui ci siano accordi con le organizzazioni sindacali che prevedano tale
possibilità

–  
fatti
salvi i licenziamenti per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo e
fatti salvi specifici accordi sindacali, non ospitare tirocinanti per lo
svolgimento di attività equivalenti a quelle dei lavoratore/lavoratori
licenziato/licenziati nella medesima unità operativa e nei 12 mesi precedenti

–  
non avere in pendenza procedure
concorsuali

–  
essere in regola con l’applicazione dei
contratti collettivi di lavoro

–  
individuare il tirocinante con i
requisiti suindicati

–  
stipulare apposita convenzione con il
soggetto promotore corredata di un progetto formativo definito congiuntamente

–  
presentare Domanda di finanziamento, debitamente sottoscritta dal
soggetto ospitante, dal soggetto promotore e dal tirocinante, dal 08/12/2017 al
04/01/2018,  compilando la domanda on
line sul portale della Regione Basilicata

CARATTERISTICHE
DEL TIROCINIO

La
durata del tirocinio è pari a massimo n. 6
mesi ed il termine ultimo per la conclusione del tirocinio è il 30/06/2018,
indipendentemente dalla data di attivazione
. Al tirocinante è corrisposta
una indennità di partecipazione non inferiore ad Euro 500,00 lordi per mese, di cui euro 300,00 mensili finanziati dalla Regione Basilicata ed € 200,00 mensili  a carico dell’Azienda. I costi delle
assicurazioni obbligatorie (assicurazione INAIL per infortuni sul lavoro e assicurazione
civile verso terzi) restano a carico dell’impresa ospitante.

Il
numero dei tirocinanti che ogni soggetto può ospitare contemporaneamente, per
singola unità operativa, varia in base al numero dei dipendenti assunti a tempo
indeterminato:

Unità operative con un numero di dipendenti a tempo
 indeterminato[1] e/o a tempo determinato[2]  da 0 a 5 – 

1 tirocinante

Unità operative con un numero di dipendenti a tempo
 indeterminato e/o a tempo determinato

da 6 a 20 – 

2 tirocinanti

Unità operative con un numero di dipendenti a tempo
 indeterminato e/o a tempo determinato superiore a 20 – 10%

Studio Risorse, in
qualità di soggetto promotore, assiste
le imprese nella presentazione della Manifestazione
d’interesse
, nell’invio della Domanda
di finanziamento
, nelle procedure di attivazione e gestione del
tirocinio extracurriculare e nella richiesta di erogazione del contributo da
parte della Regione Basilicata.

Per ogni ulteriore informazione in merito, visita il sito www.studiorisorse.it o contattaci allo 0835/386028.

[1]  Esclusi gli apprendisti

[2]
purché nel caso di
contratti a tempo determinato la data di inizio degli stessi sia anteriore alla
data di avvio del tirocinio e la scadenza sia posteriore alla data di fine del
tirocinio

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI 2018

image

È una
misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un
contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10
mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei
processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

COSA FINANZIA

Il voucher
è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici
che consentano di:

– migliorare
l’efficienza aziendale;

– modernizzare
l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e
forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;

– sviluppare
soluzioni di e-commerce;

– fruire
della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete
internet mediante la tecnologia satellitare;

– realizzare
interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli
acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del
Voucher.

LE AGEVOLAZIONI

Ciascuna
impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila
euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili

COME FUNZIONA

Con
Decreto del 24 ottobre 2017 il Mise ha definito le modalità e i termini di
presentazione delle domande di contributo. Le domande potranno essere
presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che
sarà resa disponibile a partire dalle ore 10.00 del 30
gennaio 2018
e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15
gennaio 2018
sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare
la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei
servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua
registrazione nel Registro delle imprese.

Entro 30
giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento
cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente
l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.