ERASMUS+ – PROGETTO N. 2015-1-IT01-KA202-004762 – ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS – INVIO NEWSLETTER OUTPUT N. 3

image
image

E’ disponibile in versione italiana sul sito di
progetto www.project-neet.eu l’Output no. 3
Report Finale “Analisi dei
fabbisogni formativi degli operatori di orientamento che lavorano con i NEET
”.

Questo output è stato sviluppato nell’ambito del Progetto
Erasmus+ “ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE
PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS”, di cui STUDIO RISORSE è Lead Partner,
realizzato nell’ambito del Programma ERASMUS+
KA2 Call 2015
, in Partnership con:

– Ente di Formazione I.RI.GEM. (Veneto – Italia)

– Provincia di Matera (Basilicata – Italia)

– Provincia di Vicenza
(Veneto – Italia)

– Fundación de la Comunidad
Valenciana del Pacto para el Empleo en la ciudad de Valencia (Valencia – Spagna)

– Ison Psychometrica (Atene – Grecia)

– Uniao das Freguesias de
Gondomar (S. Cosme), Valbom e Jovim (Portogallo) 

– Akademia Humanistyczno-
Ekonomiczna w Łodzi (Lodz – Polonia)

Il Progetto, finalizzato alla formazione degli operatori
dei servizi pubblici e privati che lavorano con i NEET, attraverso la sua prima
fase di attività “A3 Ricerca e Analisi”, ha rilevato: le competenze
professionali richieste dal profilo di riferimento in possesso del campione
intervistato, quanto le stesse siano considerate rilevanti per lo svolgimento
delle proprie attività e quali siano le necessità formative legate a ciascuna
competenza analizzata.

Per raccogliere le informazioni sopra descritte tutti i
Partner europei del progetto hanno costruito questionari ad hoc e realizzato
interviste dirette e Focus Group.

La ricerca ha evidenziato sicuramente la presenza di
competenze di base degli orientatori di tutti i centri coinvolti, la loro
responsabilità e partecipazione, ma ha evidenziato il gap tra le competenze che
il soggetto possiede e quelle necessarie per assolvere in modo efficace ed
efficiente le attività all’interno di specifici processi lavorativi.

Si è giunti alla conclusione che i Percorsi formativi e
le relative Unità di apprendimento proposte devono avere l’obiettivo di rafforzare
le:

  • Capacità di lettura e comprensione della complessità sociale dell’utenza
  • Capacità di cogliere la richiesta di orientamento individuale, di gruppo, sociale
  • Competenze comunicative/empatiche e proattive
  • Capacità di progettare strumenti utilizzabili per la consulenza orientativa e la costruzione di piani individuali professionalizzanti
  • Capacità di costruire progetti professionali
  • Capacità legate alla flessibilità e motivazione verso l’utenza
  • Conoscenze sociologiche e psicologiche
  • Capacità linguistiche e tecnologiche.

La Formazione deve essere mirata su obiettivi specifici: psicologia dell’orientamento,
tecniche operative e procedurali, tecniche di accoglienza, tecniche di
comunicazione, conoscenza e interpretazione dei diversi registri comunicativi e
comportamentali utilizzati dai NEET (verbale, non verbale, linguaggio digitale
e dei social media), capacità di leggere e definire il bisogno individuale e la
domanda di orientamento, conoscenza e sociologia di pratiche orientative.

Dall’analisi del fabbisogno è emersa, inoltre, la
necessità di implementare un’azione formativa basata sull’utilizzo di
metodologie didattiche innovative che, attraverso risorse educative in modalità
aperta, sia facilmente fruibile da parte di tutti gli operatori di orientamento
che lavorano con il NEET.

Il report completo è disponibile al seguente link:

http://project-neet.eu/sites/default/files/IO%203%20-%20Report%20analisi%20dei%20fabbisogni%20formativi_IT.pd

A tal proposito, ci farebbe piacere ricevere un suo feedback sull’output realizzato attraverso la compilazione di un breve questionario di valutazione disponibile al seguente link  https://docs.google.com/forms/d/1lRrvb-xBcoma1KcYPgPQ1GSLuaeII6XgVPpd_RCKwts/viewform?edit_requested=tru

Per maggiori informazioni sul progetto ed in particolare sui risultati raggiunti, potete contattare Studio Risorse S.r.l.

+39 0835 386028 / info@studiorisorse.it

ERASMUS+ – PROGETTO N. 2015-1-IT01-KA202-004762 – ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS – INVIO NEWSLETTER OUTPUT N. 2

image
image

E’ disponibile in versione italiana sul sito di progetto www.project-neet.eu l’Output no. 2 “Catalogo delle Risorse
Educative Aperte (OER) per la guida dei NEET

”.

Questo output è stato sviluppato nell’ambito del Progetto Erasmus+ “ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS”, di cui STUDIO RISORSE è Lead Partner, realizzato nell’ambito del Programma ERASMUS+ KA2 Call 2015, in Partnership con:

– Ente di Formazione I.RI.GEM. (Veneto – Italia)

– Provincia di Matera (Basilicata – Italia)

– Provincia di Vicenza (Veneto – Italia)

– Fundación de la Comunidad Valenciana del Pacto para el Empleo en la ciudad de Valencia (Valencia – Spagna)

– Ison Psychometrica (Atene – Grecia)

– Uniao das Freguesias de Gondomar (S. Cosme), Valbom e Jovim (Portogallo)

– Akademia Humanistyczno- Ekonomiczna w Łodzi (Lodz – Polonia)

Il Progetto, finalizzato alla
formazione degli operatori dei servizi pubblici e privati che lavorano con i
NEET, ha elaborato questo Catalogo raccogliendo le Risorse Educative Aperte
(OER) di maggior successo utilizzate dai Paesi Partner con l’obiettivo di migliorare
l’attività di orientamento rivolta ai NEET.

Questo Catalogo OER ha infatti lo
scopo di fornire agli operatori che lavorano con i NEET risorse per migliorare
la qualità e la quantità di strumenti da poter utilizzare nel loro lavoro
quotidiano con tale tipologia di utenza.

I NEET hanno bisogno di essere
supportati pù intensamente rispetto a qualsiasi altra tipologia di utenti,
considerato che una delle cause della loro condizione è la mancanza di risorse
specializzate presso i servizi che si occupano dei giovani. Da importanti studi
accademici e progetti pilota emerge la mancanza di informazioni e di strumenti
per la formazione specialistica degli operatori a contatto con i NEET, questo
risulta essere appunto uno dei principali fattori che causa la difficoltà
incontrata dai NEET nell’approcciarsi alla società da un punto di vista più
ampio.

Il Catalogo è suddiviso in sette
sezioni, tra cui l’introduzione e un insieme di strumenti utili per supportare
i NEET. Ogni Risorsa Educativa Aperta (OERs) contiene una spiegazione della
metodologia, della durata, il link per scaricare i materiali originali, ecc.. Le risorse sono disponibili in
Inglese, Italiano, Polacco, Spagnolo e Catalano ed è fornita una descrizione
narrativa in inglese per ogni fonte.

Il Catalogo è disponibile al seguente link:

http://project-neet.eu/sites/default/files/IO2%20_%20ECVET%20OER%20Cat.%20ITA..pdf 

A tal proposito, ci farebbe piacere ricevere un suo feedback sull’output realizzato attraverso la compilazione di un breve questionario di valutazione disponibile al seguente link https://docs.google.com/forms/d/113JJ9YG1ULWMA5xaZCAROky7MqfBfbL4uE0TfdSyNII/edit

Per maggiori informazioni sul progetto ed in particolare sui risultati raggiunti, potete contattare Studio Risorse S.r.l.

+39 0835 386028 / info@studiorisorse.it

ERASMUS+ – PROGETTO N. 2015-1-IT01-KA202-004762 – ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS – INVIO NEWSLETTER OUTPUT N. 1

image
image

E’ disponibile in versione italiana sul sito di progetto www.project-neet.eu l’Output no. 1 Report Finale “Definizione dei profili degli operatori di orientamento che lavorano con i NEETS ”.

Questo output è stato sviluppato nell’ambito del Progetto Erasmus+ “ECVET AND OER BASED ASSESSMENT AND TRAINING OF GUIDANCE PRACTITIONERS WORKING WITH NEETS”, di cui STUDIO RISORSE è Lead Partner, realizzato nell’ambito del Programma ERASMUS+ KA2 Call 2015, in Partnership con:

– Ente di Formazione I.RI.GEM. (Veneto – Italia)

– Provincia di Matera (Basilicata – Italia)

– Provincia di Vicenza (Veneto – Italia)

– Fundación de la Comunidad Valenciana del Pacto para el Empleo en la ciudad de Valencia (Valencia – Spagna)

– Ison Psychometrica (Atene – Grecia)

– Uniao das Freguesias de Gondomar (S. Cosme), Valbom e Jovim (Portogallo)

 – Akademia Humanistyczno- Ekonomiczna w Łodzi (Lodz – Polonia)

Il Progetto, finalizzato alla formazione degli operatori dei servizi pubblici e privati che lavorano con i NEET, attraverso la sua prima fase di attività “A3 Ricerca e Analisi”, ha identificato tutti i profili professionali riconosciuti a livello locale, nazionale ed europeo degli operatori di orientamento chiamati a lavorare con un’utenza difficile e complessa, come quella dei NEET (Not in Education, Employment or Training).

La Ricerca ha riguardato i territori di tutti i paesi europei del partenariato strategico ECVET.OER.NEET coinvolgendo Operatori di Orientamento che lavorano all’interno dei Servizi pubblici per l’Impiego e all’interno di Agenzie formative private.

La Ricerca è partita dalla definizione dell’acronimo  “NEET” – “Not in Education, Employment or Training”, utilizzato per la prima volta nel 1999 all’interno di un documento della “Social exclusion unit” del governo britannico. Un fenomeno all’epoca abbastanza modesto, riferito a particolari situazioni di disagio e marginalità sociale, che nel corso degli anni ha assunto sempre più importanza tanto da portare l’UE alla definizione di uno specifico programma “Garanzia Giovani” per realizzare misure rivolte ai giovani Neet e contrastare la disoccupazione giovanile.

Si è cercato di definire i profili degli Operatori di Orientamento che lavorano con i Neet e di rispondere in qualche modo a queste domande: che cosa vogliamo e dobbiamo dire, come vogliamo dirlo, quale processo comunicativo instaurare con questi ragazzi fragili e discontinui, quali percorsi costruire insieme, come accettare e fronteggiare le sconfitte.

Secondo i dati della Ricerca svolta nei cinque Paesi coinvolti, la figura professionale più adatta al compito di “trasformare la percezione che ha di sé stessa una persona giovane” è quella che, a scala differenziata, sintetizza in maniera creativa diverse figure professionali/operatori coinvolti nel percorso di orientamento, dando luogo ad una figura poliedrica di orientatore/animatore giovanile. Un profilo professionale cioè più orientato al “miglioramento della percezione che hanno di sé le persone più giovani”.

Si è giunti alla conclusione che le professionalità legate a questo sistema sempre più complesso, devono acquisire competenze tecnico-professionali integrate a quelle comunicative ed affiancate dalla capacità di percezione dei bisogni e delle necessità degli utenti NEETs, al fine di progettare e realizzare idonei piani di vita e professionali degli utenti in difficoltà.

Il report completo è disponibile al seguente link:

http://www.project-neet.eu/sites/default/files/O1_Final%20Report_Rapporto_Finale_ITA.Version.pdf

A tal proposito, ci farebbe piacere ricevere un suo feedback sull’output realizzato attraverso la compilazione di un breve questionario di valutazione disponibile al seguente link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSet3-l9njAGDYDmYpM5Uo0gFHMAgsdav6xpaNdds6pZEY6VPw/viewform?c=0&w=1

Per maggiori informazioni sul progetto ed in particolare sui risultati raggiunti, potete contattare Studio Risorse S.r.l.

+39 0835 386028 / info@studiorisorse.it

Avviso Pubblico “La piccola distribuzione in marcia verso l’innovazione. Incentivi per l’innovazione delle microimprese commerciali lucane di vendita al dettaglio”

Sul BUR n. 29 del 16.07.2018, la Regione Basilicata
ha pubblicato l’Avviso pubblico “La
piccola distribuzione in marcia verso l’innovazione. Incentivi per l’innovazione
delle microimprese commerciali lucane di vendita al dettaglio”, finalizzato
alla concessione di aiuti nella forma di contributo in conto impianti e in
conto gestione, al fine di favorire il rilancio delle attività commerciali, soprattutto nei centri storici, promuovendone
gli investimenti in innovazione di prodotto, processo, organizzativa.

SOGGETTI
BENEFICIARI

Possono accedere alle agevolazioni le microimprese costituite
attive e con sede operativa in Basilicata, e che operano nel settore commercio
da almeno 36 mesi.

SETTORI DI INVESTIMENTO

Sono ammissibili i progetti di innovazione che
prevedano un investimento pari o superiore a € 10.000,00.

I progetti di innovazione devono essere compresi
nelle seguenti tipologie di intervento:

– Innovazioni organizzative tramite l’utilizzo
delle TIC;

– Innovazione di marketing Innovazioni di
marketing;

– Eco – innovazione;

– Safety – lnnovazione.

I progetti di innovazione devono essere finalizzati
all’ammodernamento, alla
riqualificazione all’ampliamento dell’esercizio di vendita esistente nonché
all’apertura di un nuovo punto vendita
.

SPESE
AMMISSIBILI

Sono ammissibili ad agevolazioni le spese,
strettamente funzionali allo svolgimento dell’attività e al progetto di
innovazione candidato, sostenute a partire dal giorno successivo all’inoltro
della candidatura telematica quali:

– Investimenti in beni strumentali materiali;

– Investimenti in beni strumentali immateriali;

– Spese per la redazione della domanda,
l’assistenza alla realizzazione del progetto candidato e la perizia giurata;

– Spese di gestione.

AGEVOLAZIONI

Le agevolazioni concesse sono in regime di “de minimis”, l’intensità massima di
aiuto è pari al 50% dei costi
ammissibili, il contributo concedibile non può superare € 20.000,00

 La presentazione delle istanze
alle agevolazioni avverrà attraverso la piattaforma informatica della Regione
Basilicata, lo sportello sarà aperto a partire dalle ore 8.00 del giorno 01/09/2018 e fino alle ore 18.00 del giorno
30/10/2018
.

Per maggiori informazioni
contattaci allo 0835/386028 o via email all’indirizzo info@studiorisorse.it 

Avviso Pubblico Impresa Artigiana Innovativa

Sul BUR n. 29 del 16.07.2018, la Regione Basilicata
ha pubblicato l’Avviso pubblico “Impresa
artigiana Innovativa”, finalizzato alla concessione di aiuti nella forma
di contributo in conto impianti e in conto gestione, al fine di sostenere la
competitività delle imprese artigiane promuovendone gli investimenti in
innovazione di prodotto, processo, organizzativa e commerciale e favorendo il
ricambio generazionale.

SOGGETTI
BENEFICIARI

Possono accedere alle agevolazioni le PMI (micro, piccole e medie imprese)
che intendono realizzare il proprio progetto di innovazione in sedi operative
ubicate nel territorio della Regione Basilicata e che alla data di inoltro
della candidatura telematica siano iscritte
nell’albo delle imprese artigiane.

SETTORI DI INVESTIMENTO

Sono ammissibili i progetti di innovazione che
prevedano un investimento pari o superiore a € 10.000,00.

I progetti di innovazione devono essere compresi
nelle seguenti tipologie di intervento:

– Innovazioni di processo/prodotto/servizio;

– Innovazioni organizzative tramite l’utilizzo
delle TIC;

– Innovazione di marketing Innovazioni di marketing;

– Eco – innovazione;

– Safety – lnnovazione.

SPESE
AMMISSIBILI

Sono ammissibili ad agevolazioni le spese,
strettamente funzionali allo svolgimento dell’attività e al progetto di
innovazione candidato, sostenute a partire dal giorno successivo all’inoltro
della candidatura telematica quali:

– Investimenti in beni strumentali materiali;

– Investimenti in beni strumentali immateriali;

– Spese per la redazione della domanda,
l’assistenza alla realizzazione del progetto candidato e la perizia giurata;

– Spese di gestione.

AGEVOLAZIONI

Le agevolazioni concesse sono in regime di “de minimis”, l’intensità massima di
aiuto è pari al 50% dei costi
ammissibili, il contributo concedibile non può superare € 20.000,00

La presentazione delle istanze
alle agevolazioni avverrà attraverso la piattaforma informatica della Regione
Basilicata, lo sportello sarà aperto a partire dalle ore 8.00 del giorno 01/09/2018 e fino alle ore 18.00 del giorno
30/10/2018
.

Per maggiori informazioni contattaci allo 0835/386028 o via email all’indirizzo info@studiorisorse.it 

Avviso Pubblico DESTINAZIONE GIOVANI Bonus alle imprese per l’assunzione di giovani diplomati e laureati.

Sul BUR n. 26 del 29.06.2018, la Regione Basilicata
ha pubblicato l’Avviso pubblico “DESTINAZIONE GIOVANI”, finalizzato
all’erogazione di Bonus alle imprese per l’assunzione di giovani diplomati e
laureati, di età compresa tra i 18 e i 34 anni, residenti in Basilicata e in
stato di disoccupazione, ai sensi dell’art. 19 del D.lgs. n. 150/2015.

Possono beneficiare degli incentivi previsti tutte
le imprese/datori di lavoro, compresi i professionisti iscritti agli
Albi/Registri competenti, con almeno una sede operativa nella Regione
Basilicata che assumono a tempo indeterminato e che risultano, alla data di
presentazione della domanda, iscritte alla C.C.I.A.A. territorialmente
competente con stato attivo e in regola con la normativa del regime di aiuti di
stato prescelto.

L’azienda
che intende beneficiare degli incentivi previsti al momento della domanda deve
indicare il Regime di aiuti di stato prescelto: Regolamento (UE) n. 1047 del 18
dicembre 2013 “De minimis” oppure Regolamento (UE) n. 651 del 26 giugno 2014
“di esenzione”,  applicabile solo nel
caso in cui le assunzioni determinano un incremento netto del numero di
dipendenti (ULA) e i giovani assunti risultino lavoratori privi di impiego da
almeno 24 mesi o persone con disabilità ai sensi della legge n. 68/1999.

L’importo del bonus occupazionale è riconosciuto
per un importo massimo annuo pari a
8.000,00
per due annualità per ogni assunzione di giovani diplomati,
elevabile  a € 10.000,00 nel caso di assunzione di giovani donne.

L’importo del bonus occupazionale è riconosciuto
per un importo massimo annuo pari a € 10.000,00
per due annualità per ogni assunzione di giovani laureati, elevabile  a € 12.000,00
nel caso di assunzione di giovani laureate.

Le aziende, infine, possono beneficiare di un contributo aggiuntivo pari a € 4.000,00 per la formazione di ogni
persona assunta che consente l’acquisizione di competenze tecnico-professionali
richieste dalla funzione lavorativa specifica.

La presentazione della domanda di incentivi avviene
esclusivamente per via telematica nell’area riservata “Sezione Avvisi e Bandi”  secondo la procedura prevista dall’art. 8
dell’Avviso.

Il Sistema regionale informativo “Centrale Bandi” è
attivo dal 9 Luglio 2018 fino a
concorrenza delle risorse disponibili e comunque non oltre le ore 18.00 del 31 Dicembre 2018.

Per maggiori informazioni, contattaci telefonicamente allo
0835/386028 o via e.mail all’indirizzo info@studiorisorse.it

Aggiornamento Informativa Privacy

Gentile utente,

Studio Risorse S.r.l. ha aggiornato la propria Informativa Privacy per adeguarsi alla
nuova normativa sulla protezione dei dati personali (Regolamento UE 2016/679),
in vigore dal 25 Maggio.

Ti ricordiamo che le informazioni da noi
scambiate tramite questa newsletter sono per finalità legate alla disciplina
vigente e per scopi di formazione e informazione nel legittimo interesse del
titolare del trattamento.

Ti ricordiamo, inoltre, che in qualsiasi momento
puoi revocare l’iscrizione alla presente newsletter mediante il link
“elimina il tuo indirizzo da questo servizio”.